Musica e ricordi

La settimana è ripartita, e come se è ripartita, lavoro, sport e impegni vari riempiono letteralmente le mie giornate e spesso dopo un’intera giornata di doveri, ma anche di piaceri, non sempre sono nelle condizioni mentali per scrivere un post da pubblicare sul mio amatissimo blog. Spesso quando torno a casa da lavoro l’unica cosa di cui ho veramente bisogno è rilassarmi, magari con un pò di buona musica. La musica ha sempre avuto un ruolo centrale nella mia vita, ricordo pomeriggi interi quando da bambino ascoltavo i vinili di mio padre nel soggiorno cantando a squarciagola, intendiamoci, ero un bambino come tutti gli altri, quelli di una volta intendo, quelli che uscivano alle due del pomeriggio di casa e tornavano la sera sporchi di fango perché erano stati a giocare a calcio fuori ed erano riusciti a entrare con tuffo carpiato con doppio avvitamento coefficiente di difficoltà 3.8 in ogni pozzanghera del circondario. Bambini degli anni ottanta, bambini selvatici, come mi piace definirli, come non se ne vedono più di questi tempi. E nonostante questa smodata passione per il calcio (ormai estinta anche quella) riuscivo sempre a ritagliarmi, durante la settimana, dei pomeriggi da passare in compagnia della musica. A volte pensando alle canzoni che cantavo divento invidioso di me stesso, si perché a quel tempo con la vocina acuta di bambino che avevo riuscivo a prendere note così alte che oggi neanche lontanamente potrei raggiungere. Da quando ho ricordo c’è una canzone specifica per ogni cosa, la canzone delle vacanze con i miei genitori, la canzone delle prime cotte, la canzone delle partite di calcio della domenica, la canzone dei nonni e così via. Penso che per alcune persone la musica acquisti un importanza fondamentale nella propria vita, un importanza che non si limita al semplice intrattenimento, ma che riuscendo a cambiare il proprio stato d’animo e a rievocare vividamente ricordi possa in qualche modo interagire attivamente con noi stessi. E oggi la musica è sempre qui con me a farmi compagnia, a volte la suono, a volte l’ascolto in religioso silenzio, a volte la canto e a volte mi limito a fischiettarla mentre scendo le scale, e penso anche che sia una delle cose che più mi ha scombussolato a parte il fatto di essere nato. Musichina del giorno con meraviglioso video annesso, lo so è una pubblicità ma che ci vuoi fare se il pubblicitario ha azzeccato musica e video? Godetevela.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il gennaio 16, 2013, in musica, pensieri, ricordi, riflessioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. La musica per me è come l’aria che respiro…necessaria.
    A volte è l’abito che indosso,
    il tumulto che ho dentro,
    colonna sonora della mia vita,
    voce dei miei pensieri e dei miei istinti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: