Occhio agli aforismi

Ma cos’è questa mania per gli aforismi, ormai sono onnipresenti sul web, ogni blog ne fa uso e direi anche abuso, sempre più spesso queste frasucce vengono spiattellate ovunque come se fossero la verità manifesta, come se tre parole messe in croce, presentate come perle di saggezza, possano rivelare chissà quale verità incontestabile di vita. Come se dal momento che vengono letti la vita possa essere illuminata e si possa iniziare un cammino stile Siddharta che porta inevitabilmente alla felicità e alla pace dei sensi.

Ruberò un’intercalare romana: Ma de che!

Tra gli aforismi ci sono delle cazzate immani, di proporzioni gigantesche, roba epica, tipo: “Non è importante quanti respiri fai nel corso di una vita, ciò che è importante sono i momenti che i respiri te lo tolgono”. Vorrei dire al genio del male che ha inventato questa frasuccia che l’ultimo momento che mi ha tolto il respiro che io ricordi, è stato quando il cane di un amico saltando sul mio divano per salutarmi mi è atterrato sui gioielli di famiglia, e questo dovrebbe essere un momento importante, magari da ricordare? Se fossi masochista probabilmente. Mi sono ripreso dopo cinque minuti di apnea imprecando e guardando con aria famelica la povera bestiola che, con sguardo innocente mi faceva capire di aver pensato che fosse un gioco, e scodinzolava allegramente il bastardo come a suggerirmi di ripetere il tutto. Io l’avrei lanciato volentieri direttamente nel camino ma poi, grazie al mio proverbiale autocontrollo, ho optato per non farlo, del resto povera bestiola non può capire che rompe i cogl…., in tutti i sensi.

Altro aforisma altra corsa: “Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L’audacia reca in sè genialità, magia e forza. Comincia ora”. L’autore di quest’altra genialata è Goethe, e forse adesso qualcuno penserà che non posso permettermi di criticare un filosofo, poeta, scienziato, critico ecc. del suo calibro. E invece si! Primo perchè penso che anche i migliori sbaglino di tanto in tanto, secondo mi stanno sui cogl…. i tuttologi e lui lo è, quindi non vedo perchè il nostro amatissimo Johann Wolfgang non debba sorbirsi in silenzio (del resto come potrebbe controbattere, è morto…) i miei sproloqui sul suo conto. L’aforisma è, a mio avviso, irrimediabilmente sbagliato perché, ci arriva anche un bambino, il problema del 99% delle persone non è cominciare qualcosa ma perseverare in quello che fa, è la costanza il problema di quasi tutti, quanti di noi cominciano svariati hobby o progetti o sogni e non li portano a termine? Quindi caro Goethe, stavolta hai toppato! Dietro la lavagna e in ginocchio sui ceci! E già che che ci sei portami il diario che ti scrivo una nota da far firmare ai tuoi genitori! (ma cosa sto dicendo? Bho…)

L’ultimo aforisma che ho intenzione di criticare viene, purtroppo, dalla mente di uno degli uomini che stimo di più al mondo, Fabrizio De Andrè. L’aforisma in questione è: “è stato meglio lasciarsi che non essersi mai incontrati”. Lo trovo abbastanza banale, mi sarei aspettato molta più originalità da una mente smisurata come la sua, e inoltre, basandomi sulla mia esperienza di vita e quindi anche sentimentale, direi che alcune delle gentil pulzelle che ho avuto la sfortuna nera di frequentare avrei preferito non averle incontrate mai, mi sarei risparmiato diversi travasi di bile, diverse boccate di veleno che ho dovuto mio malgrado ingoiare, unica consolazione è che grazie a loro forse ho imparato a non illudermi troppo quando le cose sembrano andar bene, ma l’ho davvero imparato? Non saprei.

Vista l’abitudine a chiudere i post con un pezzo musicale oggi propongo un live molto carino, si noti come al minuto 4:00 si senta in sottofondo la sirena di un ambulanza che sembra intonata col pezzo, fatta apposta per l’occasione, si noti inoltre alla fine del pezzo lo squillo di cellulare così perfettamente in sincrono da suscitare ilarità nei suonatori. Come ho scritto in un altro post non sono un fatalista, ma a volte le coincidenze sono così azzeccate che ti lasciano quantomeno un istante di esitazione, di riflessione sul fato e sul destino. Buon ascolto.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il febbraio 3, 2013, in aforismi, animali, comicità, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. prigioniera_del_deserto

    Ah la saggezza dei Baci Perugina… E’ quasi San Valentino: non vorrai forse rinnegarla proprio adesso?
    L’unica verità assoluta è che non esistono verità assolute

    • Già, i Baci Perugina, tanto non ne riceverò e non ne regalerò quindi il problema non si pone, e poi a dirla tutta ho sempre preferito i Ferrero Rocher.
      La verità assoluta non esiste perchè ognuno può interpretarla in modo diverso, quindi non è assoluta, e quindi forse non può neanche definirsi verità ma opinione. Sto filosofeggiando? Forse è meglio che smetta subito, non vorrei dire delle castronerie allucinanti… forse l’ho già fatto.

      • prigioniera_del_deserto

        I Baci Perugina dovresti prenderli lo stesso: magari ci trovi qualche “perla di saggezza” che ancora ti era sfuggita.
        Il tuo ragionamento sulla verità fila perfettamente, anche se io, che non amo le cose filosofiche, ho dovuto leggerlo un paio di volte prima di arrivarci. Però è vero: se la verità è relativa allora, in quanto tale, non è verità.
        Dovresti essere contento: ha distrutto in una frase la ragione di esistere di ogni aforisma.
        Buona serata 🙂

  2. Mi è sempre piaciuto pensare che gli aforismi siano per gente che non sente il bisogno di guardare oltre la punta del suo naso.
    Quelli stanno lì, pronti, te li impari a pappardella, li scrivi con gli uniposca colorati sul diario, o sui muri (a seconda della vena vandalica che è in te), e bon.
    Finisce lì.
    Non ci si deve applicare granché, non si deve viverli, non ci si deve scervellare.
    E’ tutto lì.

    Tanta, tanta tristezza.

    La cosa più triste è che i blog che ne fanno largo consumo, son quelli con più seguito..

    • Si l’ho notato anch’io, ormai è pieno di blog che alla fine sono solo contenitori di aforismi, e credo siano quelli con più seguito perchè in fin dei conti alla maggior parte della gente non interessa sviluppare un concetto o cercare di pensare osservando ogni aspetto e punto di vista di una determinata riflessione, vogliono tutto e subito, la società del consumismo li ha indottrinati ad avere tutto e subito, quindi gli aforismi per la loro brevità e saggezza (dubbia) vengono presi per buoni e mai messi in discussione.

  3. “Il problema delle citazioni su Internet è che non si sa mai se sono veri o inventati” – Abraham Lincoln

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: