Correre

correre

 

Le mie gambe danno segni di vita. Si, oggi me ne sono accorto, l’ho percepito chiaramente. Dico questo perchè per le mie gambe risentirsi vive è un evento epocale. Diciamo che negli ultimi anni le avevo discretamente trascurate, con il risultato di avere degli stecchini al posto delle gambe. Adesso che vado a correre mi rendo conto che piano piano stanno ritornando in forma anche loro, il tono muscolare si rinvigorisce e anche la risposta agli sforzi è migliorata. Ovviamente le prime volte che andavo a correre mi sentivo come un vecchio di ottant’anni, fiato corto e passo da pensionato, ogni volta pensavo “ma chi me lo fa fare di venire qui a spaccarmi di fatica”, e invece devo ammettere che aver tenuto duro e aver perseverato ha pagato. E non solo mi sono reso conto di averne guadagnato di tono muscolare ma anche di fiato, qualsiasi tipo di sforzo adesso è più facile e meno faticoso, credo addirittura di essere più lucido, non so, come se la corsa avesse delle influenze positive sullo stato mentale. Oggi mi sono accorto di tutto ciò perchè ho fatto le scale di casa a due a due senza un minimo di fiatone, di solito un pochino ne risentivo in passato, le gambe che accusavano, respiro allungato, e invece oggi niente, bene, potrei quasi affermare di stare bene (perfetto, l’autogufata anche oggi me la sono fatta).

 

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il marzo 21, 2013, in correre, musica, pensieri, riflessioni, sport con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. Per favore, infondi anche a me la voglia di tornare a fare sport, anche con un ginocchio che cigola come quello di una renna! :))

  2. Leggi “l’arte di correre” di Murakami.
    Riassunto in breve: uno che ama correre e scrivere.
    Merita una sbrirciatina 😉

  3. prigioniera_del_deserto

    Oddio, quando ho letto l’inizio del post mi sono venute in mente quelle persone che le gambe davvero non le hanno o che non sono in grado di usarle. In quest’ottica mi sento felicissima anche solo di camminare. Correre per me sarebbe troppa grazia. La vecchiaia incalza e i polmoni sono pieni di fumo

    • Effettivamente rileggendomi… avrei potuto usare altre parole, ma ormai la frittata è fatta. Anch’io fumavo, e neanche poco, poi un giorno è cambiato tutto, ho pensato che ero schiavo di un cilindro di carta con una piantina spezzettata dentro, ho pensato che forse non mi piaceva il sapore del fumo e che ero curioso di sapere come si vive senza fumo, così ho smesso, di botto, da un giorno all’altro. E devo ammettere che si sta mooolto meglio senza sigarette.

  4. Bella l’immagine del cilindro di carta. Bello che hai smesso e bello che corri. Anch’io ti consiglio quel libretto di Murakami. Ma sono di parte, lo so 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: