Giorno: 29 marzo 2013

Figuretta per le feste

Cliente: Salve vorrei fissare un appuntamento col suo collega, andrebbe bene domani in mattinata?

Corvo: No guardi il collega non rientra fino a Lunedì, quindi sarebbe meglio Lunedì mattina.

Cliente: Vuole dire Martedì.

Corvo: O.o ??? ( alcuni secondi di silenzio) Prego?

Cliente: Nel senso che Lunedì è Pasquetta non credo lavoriate.

Corvo: Ah si, mi scusi ha ragione, sarebbe meglio Martedì mattina.

 

Perfetto Corvo, anche oggi la tua bella figuretta l’hai fatta. Ma perchè non mi ricordo mai le festività? Ma soprattutto, perchè non mi suscitano più alcuna emozione? L’unica festività che mi smuove leggermente (e ripeto leggermente) è il Natale, forse perchè è impossibile non notarlo, città illuminate, alberi addobbati ovunque e il pensiero dei regali probabilmente mi catapultano, anche se con minore intensità, in una sorta di limbo natalizio, nel quale tranquillo riesco a cullarmi e a ingrassare quel poco che basta per poi sentirmi in colpa. Passati quei 2 o 3 giorni ricado nella routine e nel piattume, non che mi faccia schifo, parliamoci chiaro, so benissimo che ci sono persone che stanno peggio, però mi manca quell’emozione per le festività che sentivo qualche anno fa. Ho capito, mi manca l’attesa della sorpresa, perchè l’attesa della felicità è essa stessa felicità, come diceva…

si dai…

va bè qualcuno lo diceva!