Mezzuomo

Il pomeriggio è abbastanza caldo e io sto scrivendo al computer roba di lavoro, tra il rumore delle mie dita che picchiettano sui tasti ne sento un altro, è quello della porta che si apre, dietro di lei un ragazzo che conosco, collaboriamo insieme a volte, quindi lo saluto come sempre e anche lui gentilissimo ricambia, però c’è qualcosa nel suo viso che non mi torna, appena varca la soglia per intero metto a fuoco e capisco immediatamente di cosa si tratta. E’ letteralmente la metà di quanto era qualche mese fa. All’inizio faccio finta di niente e lui comincia subito a parlarmi di lavoro quindi per il momento decido di assecondarlo ma la mia mente stenta a dare ascolto alle sue parole, è rimasta sbigottita dalla figura esile di questo ragazzo, anche perché qualche mese prima era vistosamente più rotondo. Finita la conversazione prettamente lavorativa non posso fare a meno di chiedergli come ha fatto a dimagrire così tanto in così poco tempo, e adesso forse me ne pento un po. Mi racconta che le cose per la sua ditta non stanno andando affatto bene, negli ultimi mesi ha dovuto licenziare 2 o 3 persone che lavoravano con lui da una vita, mi racconta che non fa altro da mattina a sera che cercare lavoretti a destra e a manca, mi racconta che spesso non li trova e che quando li trova invece sovente non viene pagato, quindi mi spiega che questa situazione non gli permette di avere un minimo di stabilità economica. Mentre parla osservo il suo volto e mi accorgo che non solo è molto dimagrito ma anche il sorriso se n’è andato via, la giovialità e il buon umore che lo contraddistinguevano puf! Spariti. Per far spazio a due occhi che mi raccontano avviliti le vicissitudini quotidiane di un uomo disperato che avrebbe tutta la volontà e la voglia di fare e fare bene, perché tra l’altro è anche molto bravo nel suo lavoro, ma la situazione di questo paese l’ha testualmente tagliato fuori da una vaga idea di tranquillità economica per se e per la sua famiglia. 20 sono i chili che ha perso di carne umana e se si potessero pesare chissà quanti quelli di felicità e serenità. Me l’ha confessato, quando si trova davanti il piatto non sente più la fame, mangia perché sa che deve farlo. Alla fine della conversazione mi saluta, mi dice che riparte alla ricerca di lavoretti e accenna un sorriso, ma non è il suo, è evidente che si è sforzato da morire per sorridermi e io… io credo di essere rimasto a bocca aperta davanti a quella smorfia innaturale, non sono riuscito a ricambiare, la mia empatia mi ha bloccato, mi sono immedesimato in lui e davvero, non c’era un cazzo da ridere!

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il aprile 12, 2013, in economia, lavoro, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 11 commenti.

  1. Che tristezza vedere e leggere come si sono ridotti molti brav’uomini e infaticabili lavoratori.
    Non riesco a capire questo governo di incapaci e farabutti dove intendono farci arrivare!
    Hai descritto tanto bene quel ragazzo che quasi lo vedevo e la cosa mi ha lasciato un groppo in gola.
    Buona giornata
    liù

  2. Ciao, non so se ci conosciamo già, ma ti saluto lo stesso. In queste tue parole percepisco una sottile paura di poter avere un futuro del genere. Purtroppo l’unico consiglio che io do a tutti negli ultimi tempi è di andarsene perchè qui davvero ti fai la bile e non sei valorizzato. Tu ci hai mai pensato?

    • Certo che ho paura, la crisi sta toccando chi più chi meno tutti i settori, è impossibile essere tranquilli per il futuro, e il problema più grande è che non se ne vede la fine. Andarsene è giusto fino a un certo punto perchè anche volendo dove te ne vai? La crisi è mondiale e gli unici paesi che non la sentono non hanno dei servizi che per me sono fondamentali, tipo la sanità. E poi che vadano via gli altri, io voglio che le cose vadano bene in Italia, basta scappare, affrontiamo i problemi e smettiamo di dare il voto a chi ha governato male per anni e anni!

  3. questa crisi sta rapidamente divorando intere esistenze, e lassù pensano solo a discutere e litigare per poter arraffare ancora qualcosa di più…
    disgustorama

  4. da una rapida lettura penso che il tuo sia un blog molto interessante. lo vorrò seguire volentieri. a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: