Il mio amico

L’ho ritrovato. Dopo un lungo periodo in cui non ci siamo visti ne sentiti mi sono presentato a casa sua. Sono arrivato davanti alla sua umile dimora come direbbe lui ma non ho suonato il campanello, ho semplicemente estratto il cell dalla tasca e ho fatto partire lo squillo, in quindici anni di amicizia credo di non aver mai suonato e probabilmente lui non mi ha mai risposto al citofono, non so perchè facciamo così ma ormai è diventato automatico, dalla finestra semiaperta del primo piano ho sentito la sua suoneria inconfondibile, un attimo dopo ho sentito il click della porta. Sono entrato e ho aperto la porta della sala e lui era li, in piedi, mi stava aspettando, ci guardiamo e non possiamo fare a meno di sorriderci, un abbraccio e siamo partiti come sempre a chiacchierare, a raccontarci pezzi di vita di questo ultimo anno in cui non ci siamo visti ne sentiti. Parliamo moltissimo e ci capiamo al volo, da quando l’ho conosciuto è sempre stato così fra noi, a volte so in anticipo quello che mi vuol dire e come me lo dirà, capisco immediatamente se è turbato o tranquillo. Mi spiega che è ancora fidanzato e che ha cambiato lavoro, non poteva più sopportare certe cose e ha avuto il coraggio di cambiare radicalmente nonostante il momento di crisi che stiamo attraversando. Ma lo sapevo già che avrebbe scelto così, che avrebbe rivoluzionato tutto, lo conosco troppo bene. Ha tirato fuori le sigarette e me ne ha offerta una e io ho rifiutato, lui ha sorriso, sapeva che avevo smesso ma ha voluto fare questo teatrino per prendermi un po in giro. La serata è passata velocemente e non c’è stato un solo attimo di silenzio, ogni volta è sempre la stessa storia, il tempo quando siamo insieme scorre tre volte più veloce e ci ritroviamo ogni volta a esclamare “cazzo! Abbiamo fatto tardi anche stasera…”. Io non credo di sapere cosa sia l’amore e se esista davvero, spesso l’ho confuso con l’abitudine, con la dipendenza e con altre mille cose, ma so cos’è l’amicizia, quella vera, fatta di affinità, di generosità, di rispetto e di affetto sincero. Questo post è dedicato a lui, al mio amico, grazie Alekos.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il luglio 15, 2013, in amicizia, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. L’amore non è poi così diverso dall’amicizia. L’amicizia è una delle forme dell’amore.

  2. che bello! 😀
    anche io vorrei poter andare a suonare al campanello di una amica persa….
    peccato che non so nemmeno dove abiti 😦

  3. leparoledinessuno

    Io non so, ho almeno credo di non sapere cosa sia l’Amicizia, ma so cos’è l’Amore.
    In conclusione non ci sono tante differenze.
    Ruota tutto intorno al sentirsi affini ad un’altra persona.
    A scambiare quelle cose che sentiamo il desiderio di condividere.
    Condividere ed essere capiti per quello che ci aspettiamo d’essere capiti.
    Perché il nostro mondo è fatto da aspettative.
    E non vorremmo mai essere delusi.
    E quando tutto questo avviene, è Amicizia oppure Amore.
    Il resto è retorica.

    Stefano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: