Un paio di sgarri

Stasera ho mangiato un po di più, avrei dovuto seguire la dieta ma non ce l’ho fatta, ho sgarrato con carboidrati a cena e biscottini nel dopo cena. Che volete che vi dica, ormai è andata così, però un leggerissimo senso di colpa ce l’ho, quella vocina interiore che ti dice “le tue maniglie dell’amore diventeranno maniglioni antipanico”. Va bè vorrà dire che questa settimana farò qualche chilometro in più quando andrò a correre, pazienza. A parte la breve parentesi sullo sgarro alimentare devo dire che il week end è stato piacevole, non che abbia fatto cose particolari ma diciamo che come per la questione cibo mi sono concesso qualche sgarro, tipo spendere qualche soldino faticosamente guadagnato in abbigliamento. Ieri mattina subito dopo il lavoro mi è venuta voglia di fare un giro per negozi (cosa tra l’altro stranissima perché non è che sia un grande amante dello shopping), quindi come sempre ho inforcato la bici e piano piano mi sono passato in rassegna tutte le vetrine. Inutile dire che per me passare in rassegna una vetrina vuol dire darci uno sguardo che non supera mai i 15/20 secondi. Poi all’improvviso mi sono ricordato di un negozietto un po alternativo in cui andavo diversi anni fa, e sono andato a ricercarlo. Incredibilmente era ancora la, sopravvissuto alla crisi che ha mietuto negozi di abbigliamento a decine. Entro e mi accoglie il proprietario, un ragazzo che ha qualche anno più di me, non so se questo ragazzo sia dotato di una memoria da elefante o se semplicemente gli è scoppiato un embolo in quell’istante ma straordinariamente mi riconosce e ci mettiamo a parlare del più e del meno. Il negozio ha sempre lo stesso stile, pareti scure e qualche luce colorata che fa molto discoteca, anche lui ha sempre lo stesso stile, orecchino, barba curata, abbigliamento carino ma alternativo. Ovviamente non è un negozio dove comprare vestiti troppo seri, l’abbigliamento che tiene è molto simile a quello che indossa e per l’acquisto che avevo in mente è praticamente perfetto, infatti dopo circa 20 minuti mi sono accattato un paio di magliette molto semplici ma davvero carine. Parlando con lui gli chiedo come ha affrontato la crisi, gli spiego che ho notato che nel circondario ho visto diversi negozi di abbigliamento chiudere e riaprire a intermittenza. Mi dice che anche lui ha sentito la morsa della crisi ma ha tenuto duro, ha abbassato notevolmente i prezzi e ha lavorato sodo. Sono davvero contento che sia ancora aperto, ne ho visti davvero tanti chiudere e anche in questi giorni si sentono voci di chiusura per un paio di negozi storici. Quando penso alla situazione economica del nostro paese non riesco mai a intravedere niente di roseo, spesso penso che è colpa del mio pessimismo cronico ma conti alla mano mi accorgo che non è così, non sono io che sono pessimista, è la situazione che fa realmente schifo.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il luglio 21, 2013, in economia, lavoro, musica, pensieri, riflessioni, week end con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. (al_nick_ci_penserò!)

    Già, sulla crisi ecnomica. 😐 :-\ 😦
    Per il resto tieni duro proprio come ha detto il tipo alternativo del negozio.. E sentiti un pò più figo di come ti senti, nell’indossare le tue magliette nuove!

  2. Eheh mi ha fatto troppo ridere il tuo tempo da “rassegna vetrina: ). Anch’io faccio così, invece se trovo qualcosa di interessante ci giro e rigiro attorno mezz’ora perché sono indeciso, e lì è un problema perché in passato mi è capitato che i tizi della sicurezza nei negozi mi guardassero in modo sospetto!

  3. Ogni tanto fa bene farsi qualche regalo, per la mente e per il corpo 🙂 Mica possiamo essere troppo rigidi sempre! Sulla modalità shopping, seguo te e marco invece, pochi secondi a vetrina, sguardo rapido, se qualcosa piace si prova e si valuta, altrimenti NO secco. E sulla crisi, neanche io riesco a essere roseo (come farlo, quando le vie sembrano tristi cimiteri e ogni giorno si sente di licenziamenti), però tanto di cappello a questo negoziante e a chi come lui ce la sta facendo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: