NEVROMALINCOINCAZZATURA

Periodo un po strano, non so se sia la fine dell’estate che mi mette questa specie di senso di malinconia addosso, sarà che sono andato in libreria e non ho trovato neanche un titolo che attirasse la mia attenzione ( si lo so, sono pignolo e ho dei gusti particolari…), sarà che ho preso un paio di chiletti e mi sento un po in colpa, sarà che dormo poco e male, insomma diciamo che il morale non è molto alto. Il tram tram lavorativo è ricominciato con una notevole mole di lavoro arretrato, quindi in mezzo a questo periodo veramente poco idilliaco sarò costretto a rimboccarmi le maniche e mettermi in pari. A pensarci bene la cosa non mi dispiace neanche più di tanto, può darsi che una bella full immersion lavorativa mi scuota quel tanto che basta per scrollarmi di dosso questa sensazione di malinconia. Nei periodi come questo mi da fastidio tutto, anche le cose più stupide, ad esempio qualche attimo fa un’auto ha clacsonato fuori dall’ufficio, quel suono mi ha procurato immediatamente la nevrosi, adesso vorrei uscire fuori bazooka alla mano e detonare chi ha avuto la malaugurata idea di poggiare la mano su quel maledetto clacson. Dite che dovrei calmarmi? Dite che sto esagerando? Eh che ve devo dì, in questi giorni butta male, il corvo è bianco fuori e nero dentro… Forse è meglio se smetto di scrivere e mi rimetto a lavoro…

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il settembre 3, 2013, in incazzarsi, lavoro, malinconia, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 16 commenti.

  1. Periodo del piffero, mi piace la definizione.

  2. è normale dopo le ferie……..
    ributtati sul lavoro e scrivi vedrai che passa……..

    marcello

  3. (al_nick_ci_penserò!)

    Capisco benissimo il rodimento da nessun acquisto interessante in libreria. Pensa che io questa estate ho avuto il rodimento peggiore dei due libri acquistati che ho lasciato perdere perchè “due palle”.
    Ti consiglio un libro: Philippe Delerm “il primo sorso di birra”. Ti dico che la settimana scorsa l’ho visto alla Coop a 3 euro. Lo comprai un giorno di pioggia: un improvviso temporale estivo che costrinse me ed un amico a rifugiarci in una libreria ed io acquistai quel libro. E’ un libro non pretenzioso nella sua lettura, ma nella sua leggerezza riuscì a toccarmi nel profondo. Sono brevi, anzi più che brevi, racconti, momenti di vita più o meno quotidiana.

  4. (al_nick_ci_penserò!)

    Errata corrige: “La mia prima sorsata di birra”.

  5. (al_nick_ci_penserò!)

    Errata corrige 2 (mi sono arresa e ho cercato su google!): “La prima sorsata di birra. E altri piccoli piaceri della vita”.

  6. A quanto pare lo scazzo cosmico ci sta colpendo in molti =___=

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: