Corsa sotto la pioggia

Oggi sono andato a correre, ho sfruttato la pausa pranzo, anche perchè le giornate hanno già iniziato ad accorciarsi e a me correre col buio non piace per niente. Era poco più di una settimana che non correvo, del resto negli ultimi giorni ho dovuto combattere con una specie di influenza che mi ha a dir poco spossato, e quindi dovevo per forza di cosa fare un’analisi del mio stato di forma, e devo dire che anche stavolta non è andata malaccio. Dopo i primi tre chilometri, nella parte del percorso in cui si diradano gli alberi, intorno a me ha iniziato a piovere e il maestrale ha iniziato a spingere un po di più, in quel preciso momento ho sentito vivida una sensazione di benessere, il vento e la pioggia mi rinfrescavano tutto il corpo, mentre io mi concentravo sulle sensazioni e sulla postura della corsa. Il percorso era praticamente deserto, ho incontrato solo qualche turista tedesco in bici, niente a che fare con le corse serali dell’estate, piene di gente che sembra di essere in pieno centro, ero li, solo, passo deciso e respirazione controllata, pioggia e vento come fedeli compagni di viaggio, odore di terra bagnata e salmastro, aria fresca e pulita, niente cuffie, la musica era il rumore della natura fatto di mille cinguettii e di fronde mosse dal vento, il ritmo lo davano i miei passi e la cadenza del respiro, mente vuota, eh si, perchè dopo un po che corri entra come il pilota automatico, non serve dire al tuo corpo di correre, basta lasciarlo fare, va da se (ok, questa funzione dell’essere umano entra soltanto dopo un po che corri, le prime volte la mente deve dire di correre al corpo praticamente a ogni passo), quindi mente impegnata solo ed esclusivamente a godersi il circostante, ci vuole così poco a volte per sentirsi bene… anche con i vestiti zuppi…

Annunci

12 pensieri su “Corsa sotto la pioggia

    1. Io ho iniziato con un tappeto che corre, poi un giorno ho deciso di provare a correre all’aperto e ti posso garantire che oltre a essere più bello è anche molto più allenante, sul tappeto un po corri tu e un po corre il tappeto…

  1. Ho seguito il tuo consiglio e sono venuta a depredare un pò di musica 🙂
    Ho letto questo post, perchè dove c’è pioggia, per me c’è casa.
    Mi piace ciò che scrivi. E credo tu abbia ragione: ci vuole poco per sentirsi bene…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...