Musica prima e dopo…

Riuscite a ricordarvi il periodo intorno ai quindici anni? Io ricordo un sacco di momenti belli e spensierati in cui sregolatezza, ormoni e risate per le peggiori idiozie erano i minimi comuni denominatori. Ricordo che riuscivamo a ridere con un niente, bastava la battuta più idiota per farci sbellicare dalle risate, verrebbe da dire: “che idioti…” e non sarebbe neanche così fuori luogo come osservazione. A quindici anni è molto difficile trovare un ragazzo coscienzioso, e per certi versi credo che sia anche giusto così, è l’età del deficiente, come piace definirla a me, in questo periodo della vita il maschio deve combattere tra l’essere bambino e lo stare diventando adulto, con gli sbalzi ormonali del caso, le contraddizioni, con la voglia di dimostrare di essere ciò che ancora non siamo, e tutto ciò porta a sfogare queste frustrazioni in vari modi, c’è chi si buttava a capofitto dietro a un pallone, chi si tuffava di testa nelle droghe (purtroppo c’è anche chi sceglie la via sbagliata…), chi tentava la strada dell’arte, e poi c’era chi tentava di sfogarsi attraverso la musica. Io appartengo decisamente a quest’ultima categoria, a quindici anni avevamo messo su una specie di band, accampati nel garage di uno dei membri della band cercavamo di emulare i nostri eroi di allora, band che suonavano musiche alternative, che qualcuno definirebbe di nicchia (nella migliore delle ipotesi…). Spesso si trattava di band che suonavano musiche veloci, melodie anche carine ma contornate di chitarre distorte, doppi pedali alla gran cassa, e tanta voglia di sfogarsi. Uno dei gruppi preferiti dalla mia compagnia erano i Lag Wagon, classica band punk-surfer che in quegli anni spopolava. Essendo quasi coetanei con i membri della band credo che anche loro stessero attraversando il periodo di crescita balorda che stavamo attraversando anche noi, cosa questa che si evince chiaramente ascoltando un qualsiasi pezzo dei suddetti… Ma voglio essere più chiaro possibile, quindi ve ne posto uno di modo che possiate capire bene.

Una volta passato questo periodo dell’esistenza tocca fare i conti col fatto che poi adulto ci diventi davvero, il tempo scorre per tutti e non fa sconti a nessuno. Quindi ti ritrovi adulto, non ti vesti più da completo idiota, non te lo puoi più permettere, non sta bene andare in ufficio pantaloni larghi felpa con cappuccio e skate sotto braccio. Anche la musica che ascolti e che suoni è cambiata, basta con le chitarre distorte e tempi da velocista, rallentiamo un pò, ricerchiamo la bellezza della scelta delle note, ascoltiamo soffermando l’attenzione sull’esecuzione, sull’interpretazione del musicista, impariamo la bellezza delle pause, tutte cose, queste, a cui non facevamo caso prima. E Joey Cape, proprio come abbiamo fatto noi, ha rallentato, trasformando le sue canzoni e riarrangiandole di modo da farle diventare più soft, adatte a un altro tipo di pubblico, o forse adatte probabilmente allo stesso pubblico, semplicemente cresciuto stavolta…

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il ottobre 21, 2013, in arte, musica, pensieri, ricordi, riflessioni con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. leparoledinessuno

    Però … I Lag Wagon non sono male !
    Molto meglio di tanta spazzatura odierna !
    Non ho quindici anni ma … basta girare le cifre !
    Ciao.
    Stefano.

  2. (al_nick_ci_penserò!)

    Le musiche le ascolterò in un altro momento, che adesso ho poca testa e voglio spegnere il pc,ma questo post dice una grande verità: i 15 anni sono importanti. Io no, non me li sono goduti per niente e leggere questo tuo post mi ha regalato un sorriso positivo nello scoprire che, invece tu, nei tuoi 15 anni ci sei entrato, li hai attraversati e non subiti! Bello, sto post m’è garbato!

  3. “Una volta passato questo periodo dell’esistenza tocca fare i conti col fatto che poi adulto ci diventi davvero, il tempo scorre per tutti e non fa sconti a nessuno.”
    …e scorre davvero troppo rapidamente…
    Bel post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: