E poi ti capita…

E poi ti capita di andare ad un evento e scoprire che la prenotazione era obbligatoria anche se nel depliant non c’era scritto. Quindi ti capita di innervosirti un pochino e rispondere a tono alla gentil pulzella che, all’entrata, te lo fa notare con aria di superiorità. Capita anche che la suddetta ti dica di accomodarti sulle scale in attesa che un posto si liberi, se mai accadrà. E ovviamente capita che giri i tacchi e te ne vai facendole notare con educazione e cortesia che essere gentili quando si è al pubblico dovrebbe essere la regola. E mentre te ne vai pensi che è inutile tornare a casa subito, sei in una città che non conosci, tanto vale continuare a camminare. E dopo qualche centinaio di passi ti trovi di fronte questo:

20160131_183432

E capita che ci rimani su quel ponte, almeno una ventina di minuti buoni, e tu lettore penserai “a fare che?”, ma è ovvio, a contemplare una bellezza che non avevi mai visto, uno scorcio magnifico. So benissimo che questa foto non rende, l’ho fatta col telefonino, di notte, e non ho mai avuto la mano ferma (fortunatamente non sono un chirurgo), ma vi assicuro che era bellissimo e l’atmosfera perfetta, anche il traffico in quel momento mi ha graziato, poche sporadiche macchine, una calma irreale. Questa città è una continua sorpresa.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il febbraio 1, 2016, in gentilezza, incazzarsi, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. Come girare una serata storta in un momento di arricchimento interiore. Non è da tutti, complimenti 🙂

  2. leparoledinessuno

    …Sembrerebbe Roma..Ma potrebbe essere… Chissà !

  3. Tranquillo. Anche dopo anni che stai a Roma, ci sarà una cosa che troverai uguale al primo giorno in cui vi hai messo piede e cioè lo stupore che ti provocherà la sua bellezza: ogni volta pare la prima volta. A volte basta davvero poco per far cambiare una giornata, perchè Roma è lì che ti ricorda di quanta bellezza ci sia. E poi, e poi, di nuovo, Roma bella, ti insegnerà quanto la bellezza cambi ogni volta, sempre sorprendente, sempre magnifica,sempre lì a parlare: prova, per esempio, Castel Sant’Angelo (tanto per dire un posto eh!),ha un abito nei giorni (come oggi) limpidi e caldi, ha un altro abito (di un altro colore) nei giorni post temporale e, di nuovo ancora, un altro abito quando viene sera o al tramonto. Ecco, la bellezza di Roma non la si può conoscere una volta per tutte, i suoi colori cambiano di continuo,.. eppure sempre spettacolari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: