La mia donna ideale

Un cigolio di ventilatore che evidentemente esala i suoi ultimi respiri accompagna una serata strana. Riscopro dopo almeno quindici anni l’Holophonic sound che tra l’altro non saprei come pronunciare in italiano, olofonia? Forse… Bho… Comunque è interessante, se possiedi delle cuffie di buon livello puoi fare un’esperienza di percezione niente male. Mi diverte esattamente come quando la provai per la prima volta. Sorrido. I pensieri, come al solito in questo periodo, vertono sull’andarsene ma la voglia oggi non è di prendere un treno, preferirei di gran lunga un aereo o magari una nave. Li scaccio. Stasera ho bisogno di sognare, è da tanto che non lo faccio, forse troppo. Cosa potrei sognare? Ma è ovvio, la donna ideale, che ovviamente cambierà ogni volta che ci penserò. Dunque, vediamo, la mia donna ideale…. Mmm…

La mia donna ideale si trucca il giusto
La mia donna ideale canta mentre fa le cose
La mia donna ideale è curiosa
La mia donna ideale sa cos’è il pudore
La mia donna ideale decisamente non mi chiede di che segno sono
La mia donna ideale non è volgare
La mia donna ideale piange quando si arrabbia
La mia donna ideale è coerente
La mia donna ideale o non sa cucinare o quando cucina mi ascolta
La mia donna ideale non apostrofa le amiche con ammoreee o teesoooroo con voce squillante quando le incontra
La mia donna ideale mi fa i dispetti e gli scherzi
La mia donna ideale m’insegna ciò che sa
La mia donna ideale non è mai invadente
La mia donna ideale sogna un bel po, ma non ci crede
La mia donna ideale non mi chiama pucci pucci, tesorino o cazzate simili. Mi chiama amore che è ciò che voglio essere
La mia donna ideale non vive su facebook
La mia donna ideale non guarda uomini e donne e beautiful
La mia donna ideale non è ottimista a oltranza
La mia donna ideale sa chiedere scusa
La mia donna ideale mi spiega perché
La mia donna ideale sa che la solitudine a volte serve
La mia donna ideale CAZZO NON ESISTE!

Annunci

22 pensieri su “La mia donna ideale

  1. Mi riconosco in un bel po’ di punti del tuo elenco, forse per questo ho trovato chi mi sopporta. L’unico appunto che devo farti è questo: è nel momento esatto in cui pensi che la tua donna ideale deve essere coerente, che ti devi render conto che è un’utopia. Sfido io a essere coerenti in quei cinque giorni in cui la biochimica sembra ballare la taranta dentro di noi.
    Ps: mi spieghi l’olofonia per favore?

      1. Io invece credo che sia giusto così. Non ci si innamora di cliché. Ci si innamora di sensazioni vissute nel momento, di gesti, odori, del modo in cui muove le mani o si sistema i capelli. Di cose così. 😊

  2. A me sembra che molte donne siano così (coerenza a parte). Solo che quelle che guardano Uomini e donne e chiamano gli altri ammoooorreee o pucci-pucci hanno la voce più squillante. Le altre bisogna cercarle un po’ di più 🙂
    Poi certo, a qualcosa bisognerà magari rinunciare ma non troppo. E l’importante è che quando ci si innamora, per quanto insensato, inatteso e contraddittorio, si stia profondamente bene. Perché troppo spesso ‘l’ideale non esiste’ e ‘si ama senza un perché’ significano in realtà ‘che vai cercando’ e ‘più soffri più ami’. Che sono due ricette tra le più sicure per l’infelicità 🙂

      1. Perché dovrebbe o nn sapere cucinare o farlo ascoltandoti…chi dice nn possa essere tu a doverla ascoltare in cucina 😀
        Cmq sig. Sindaco ho da questionare sugli abitanti!!

    1. Stiamo parlando di donna “ideale” quindi la scelgo come mi pare, tiè! XD
      Però c’hai ragione… 😉
      E sentiamo, cos’ha da questionare sugli abitanti della mia ridente cittadina (ridente??? mha….) ?

      1. Mah che troppi son fuori come balconi e nn hanno nessun appiglio con la realtà e quindi le cose positive si annullano quando capisci che spesso dovresti fargli da babysitter

      2. Ferma tutto, i miei cittadini fanno sogni utopistici perchè sanno esattamente com’è la realtà, e essendo una merda, ogni tanto, anche per prendere una boccata d’aria buona, preferiscono farsi cullare dal mondo dei sogni. Poi ripiombano nella nostra cara e amata realtà e si deprimono come sempre.

  3. Corvo questo tuo post ha attirato la mia attenzione. Devo dire che mi hai fatto sorridere. Sai? C’è una vignetta che riguarda la stessa situazione al rovescio. Ossia la donna che aspetta l’uomo ideale. Rappresentata da uno scheletro vestito a nozze con tanto di bouquet. Credo non sia facile trovarsi nella reciprocità. Probabilmente anzi quello che rende bello ogni nuovo rapporto sta proprio negli imprevisti che riguardano la personalità e credo che l’essere diversi non deve essere un motivo di contrasto ma uno stimolo al confronto. Ciao e buona serata 🙂
    p.s. il video non si vede!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...