La notte delle stelle cadenti

Stanotte è la notte delle stelle cadenti, la mitica notte di San Lorenzo. Per i più questa notte è legata ai desideri, perché si sa, quando vedi una stella cadente in cielo devi esprimere un desiderio… si… come se un sassolino che entra ad alta velocità nella nostra atmosfera incendiandosi potesse in qualche modo facilitare l’avverarsi dei nostri desideri… va bè… punti di vista… Comunque la maggior parte della gente ci crede, e quindi puoi tentare di far volgere il tutto a tuo favore. Io, verso i quindici/sedici anni, usavo la scusa delle stelle cadenti per restare fuori tutta la notte con gli amici. Era diventata un’abitudine, ogni anno i nostri genitori sapevano che la notte di San Lorenzo saremmo tutto il tempo a guardare le stelle… si… punti di vista… partivamo con tende, chitarre, fornellini da campo, zampironi anti zanzare, materassini, costumi e cambi per la notte. Poi mezzoretta prima di arrivare nel punto della spiaggia prescelto ritrovo al supermercato a fare il pieno di cibo e alcolici… troppo giovani? Punti di vista… In quelle notti facevamo di tutto, canzoni, scherzi, sbronze, bagni notturni, i primi pseudo rapporti, insomma tutto tranne che guardare le stelle… e i nostri genitori avranno creduto davvero che saremmo andati a vedere le stelle cadenti? Si, no? Va bè… Punti di vista…

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il agosto 10, 2016, in musica, pensieri, ricordi, riflessioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. E, un giorno, quando i tuoi figli ti diranno che stanno per andare ad un falò con gli amici a guardare le stelle cadenti, tu ci crederai? No.
    Però sarebbe bello pensare che per un notte basti guardare il cielo e ogni desiderio si avveri.
    Vabbè, punti di vista.
    Buonanotte, Corvo 😘

  2. Le notti per restare fuori erano quella di San Lorenzo e quella di Ferragosto. Quest’ultima voleva il falò, l’altra no “che altrimenti non si vedono le stelle”. Io di stelle ne vedevo tante in entrambe le notti. Tante e di tutti i colori. 😉
    Ora ho il doppio dell’età di allora e la notte di San Lorenzo sto in casa e vado a dormire poco dopo mezzanotte. Brutta storia crescere.

  3. Ho quel disco di Sting, in vinile, che bei ricordi. Mi ha chiesto ieri il mio ello: quando è la notte di San Lorenzo? Mi sembra in giugno o luglio, gli ho risposto… Ora ho capito e mi rendo conto che vivo proprio in un mondo tutto mio 😀
    In qualsiasi caso non avremmo potuto esprimere alcun desiderio: alle 22 eravamo già nel mondo dei sogni 😦
    P.S.: pensa che figuraccia, uno dei miei più grandi amori si chiamava (ma) Lorenzo e da quella storia ho chiamato anche il mio primo gatto Lorenzo.
    Scusa il commento strampalato ma sono ancora nel dormiveglia 😀
    Buona giornata ❤

    • Il vinile è un’altra cosa…
      Piccolo calcolo, siete andati a letto alle 22, il picco delle Pleiadi è verso le 5/6, con una sveglia alle 5 avreste potuto ammirare le stelle senza dover rinunciare al sonno! 😉

      • Io mi sono svegliata alle 6 e 45, mi sono “lasciata dormire” perchè avevo del sonno arretrato. Comunque prendo già appunti per il prossimo anno, cielo limpido permettendo fingo di essere in campeggio e dormo sulla terzza grande col sacco a pelo e… Gattina, sperando che sia ancora con me ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: