Ricostruire lì? Ma siamo proprio sicuri?

Su tutti i media si parla di ricostruzione, che sia veloce, trasparente e che le varie mafie non ci mettano le mani. Lo capisco ma nessuno, come spesso succede, si è chiesto se sia giusto ricostruire lì. Mi spiego meglio. I nostri antenati hanno costruito i propri paesi spesso su terreni scoscesi, o magari sul famoso “cucuzzolo” della montagna e/o collina per un fatto puramente strategico, era molto più facile difendersi da eventuali attacchi trovandosi in posizione sopraelevata rispetto al nemico. O magari, come è successo nella mia regione, la toscana, si costruiva in alto per difendersi dalle malattie che opprimevano le pianure paludose. Perfetto. Giustissimo. L’avremmo fatto anche noi no? Adesso però la moderna scienza ci ha dato gli strumenti necessari per capire dove e come è meglio costruire, proprio per evitare la tragedia. I paesini che purtroppo hanno subito il recente terremoto sorgono o non sorgono su terreni stabili adatti all’edilizia? Non è che al prossimo terremoto, perchè ci sarà un prossimo terremoto, un versante poco stabile, o una frana antica si mettano a correre con tutti i suoi bei paesini sopra? O magari una dolina decida di aprirsi all’improvviso e inghiotta un paese intero? Sinceramente credo siano domande da porsi PRIMA di decidere la ricostruzione. Qualcuno potrebbe rispondermi con un semplice “costruiamo antisismico”, che credo sia un’idea logica e legittima ma sarebbe bene tenere presente che le suddette costruzioni reggono a determinate forze, se il prossimo terremoto dovesse superare tali forze? E poi una casa antisismica anche se al momento del terremoto non viene giù rimarrà comunque lesionata e con forte probabilità dovrà essere ricostruita nuovamente, quindi anche in termini economici ci sarebbe da ragionarci no? Lo so che pensare di abbandonare il posto dove si è nati e cresciuti è una cosa devastante dal punto di vista emotivo, ma forse sarebbe ancora più devastante perdere ancora una volta una persona cara o la casa.

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il agosto 29, 2016, in musica, pensieri, riflessioni, terremoto con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 27 commenti.

  1. Ricostruire assolutamente dove hanno abitato da sempre, dove poter ricordare anche chi purtroppo han perso. Sono i loro paesaggi, i loro campi da coltivare, la loro storia da continuare..

    • Capisco il tuo punto di vista, ma mi dispiace dirtelo, non ha niente di logico, è pura emotività, e il prossimo terremoto non ne terrà conto purtroppo…

      • Pura emotività ??? Niente di logico?? Ma chi sei tu per giudicare gli altri! Hai subìto un terremoto? Ricostruire con scienza e coscienza e salvaguardare la propria storia. È UMANITÀ!

      • Impuntarsi a ricostruire subito in un posto senza tenere conto della geologia del posto la chiami scienza? Io no… E non la chiamo neanche coscienza, ma incoscienza!

      • E io giudico motivando i miei giudizi, come fanno tutti!

      • Ah e un’altra cosa, secondo il tuo ragionamento io non posso giudicare perchè non ho subito un terremoto? Così uno non può giudicare se non ha subito un certo fatto? E’ come dire non puoi giudicare uno stupratore perchè non hai mai commesso o subito uno stupro… ma smettiamola con questi luoghi comuni per favore…

  2. Ragionamento sensato ma c’è da dire che 2/3 dell’Italia sarebbero da evitare con questo discorso perchè siamo una nazione in buona parte sismica

  3. Da totale ignorante della materia, ma esperto in fatto di traslochi lontani dalla propria terra, posso dire che se ci fosse la possibilità di ricostruire in una zona più sicura non ci sarebbe da pensarci due volte. Le tradizioni rimangono nel sangue, nella memoria, nelle generazioni. Non c’è bisogno di rischiare altre vite per questo. (Secondo la mia personale opinione)

  4. Sono perfettamente d’accordo con CorvoBianco !

  5. Io credo che tutta l’Italia, attraversata come é dall’Appennino, sia soggetta ad eventi sismici.
    Che facciamo, ci trasferiamo tutti in Sardegna? ☺ (Che poi lá fanno il formaggio buono, lo zucchero filato non lo so 😙)

    • anche lo zucchero filato nn è male e c’è il miele

    • Non esagerare Pinda, non è proprio tutta l’Italia… si vabbè una buona fetta si, ma ci sono posti più o meno sensibili ai sismi…
      Comunque io in Sardegna mi ci trasferirei subito se potessi, per quanto mi riguarda è la terra (e il mare) più bella d’Italia…
      Basta che ci sia lo zucchero filato ovviamente…

      • Non esagero, anche perché io non sono esperta in materia e di queste cose lascio che se ne occupi chi sa.
        Sulla Sardegna sono d’accordo con te: del mare, dei sardi, della cucina sarda (vogliamo parlare del Vermentino di Gallura?) ho ottimi ricordi. 😘

  6. Passo per un saluto, mi astengo dal commentare l’argomento che, mi sembra, sia terreno fertile per le polemiche, sterili, aggressive ed inutili. Un abbraccio ❤

  7. Io la penso come te, ricostruire in zone “rosse” mi sembra francamente uno spreco di soldi stupido ed insensato. Quella mappa la conosco bene, io sono originaria di una zona “arancione” e di terremoti ne ho vissuti, i miei hanno insistito per avere una casa antisismica ma non si può dire lo stesso per esempio di altra gente vicina di casa. Che qui in Italia manca proprio la cultura della prevenzione del sisma.
    Ah io anche in Sardegna ci andrei XD

  8. credo sicuramente che se ci sono zone più a rischio bisognerebbe tenerne conto. Se poi geologi e ingegneri potessero fare in modo di ricostruire negli stessi luoghi riducendo il rischio al minimo sarebbe certamente la cosa migliore, anche se purtroppo ci sono sempre i vari interessi, difficoltà di convincere le persone ecc. detto questo, io tra qualche mese vado a San Francisco e lì…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: