C’è chi spenge il cervello

Giornata grigia, rumore di pioggia battente fuori dalla finestra. Pensieri di persone care che hanno cambiato modo di pensare, anzi no, per certi versi hanno smesso di pensare. Come si può cambiare così drasticamente il modo di alimentare la propria mente, come si può passare da scrittori come Gabriel García Márquez a Novella Duemila, oppure in campo musicale da musicisti/poeti del calibro di Massimo Bubola a X Factor & Company… Non ci credo, anzi, non voglio crederci. Non me lo spiego. Come si può rinunciare a tanta bellezza per uniformarsi alla media. Mi dispiace. Ricordo poesie, musiche, racconti da occhi lucidi. Ricordo lettere delle quali invidiavo la scelta delle parole. Ricordo fame, fame di sapere, di scoperta di sé. E ora cosa c’è invece? Il tormentone dell’estate? L’ultima battuta idiota del comico di turno? O magari parliamo del prossimo cinepanettone? Non lo sopporto questo schifo. E cambia pure il carattere, egoismo dilagante, zero profondità, sorrisi finti come i soldi del Monopoli. Riunirsi in famiglia mi comincia a pesare, sto sempre più in silenzio, non vedo l’ora che i pranzi o le cene finiscano. Cazzo quanto mi dispiace!!!

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il settembre 16, 2016, in musica, pensieri, ricordi, riflessioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. Penso la stessa cosa di persone che conosco e poi mi rendo conto che anche io, di tanto in tanto, lo faccio. Già, perché a volte la vita è impegnativa e quando hai un po’ di tempo privato il tuo cervello si rifiuta di lavorare e di essere stimolato. E allora, magari, accendi la tv e guardi XFactor, conscia del fatto che comunque di buona musica in vita tua ne hai ascoltata, e sarai dunque in grado di riconoscere il talento o la spazzatura. Capita. 🙂
    Ricordo quando scrissi la mia prima tesi di laurea: passavo 12/14 ore su libri di filosofia che parlavano di retorica, di etica e di morale. Quello fu il periodo in cui lessi Dan Brown. Già, perché dopo giornate come quelle, quando poi andavo a letto (sono sempre stata solita leggere prima di dormire), avevo proprio bisogno di leggere – perdona la mia scarsa pronuncia del francese – puttanate. Capita. 🙂

  2. Beh, il mondo è bello perché è vario… Ci sono le cose importanti e belle, ma ogni tanto si sente il bisogno di staccare, ed allora ben vengano le “cazzate”. 🙂

  3. Io non riesco. Mi spiace ! Ascolto solo musica che mi piace e vedo film che mi suscitano qualcosa. Il resto non esiste. Piuttosto vado a farmi quattro passi.

  4. Come si cambia. E tu che cambiamenti hai avuto ((non è una critica )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: