Aristide e la fiducia

Domenica sera, il corvo è sdraiato semicosciente con bolla al naso stile cartone animato anni ottanta a guardare il suo filmetto inutile e il cellulare squilla. Risponde, e dall’altra parte sente una voce concitata che fa “sono Aristide (per una questione di privacy ho cambiato il nome… non si era notato vero?), ascolta sono da solo a casa e sto sotto un treno, mi devo sfogare così ho pensato di chiamarti” il mio pensiero è andato immediatamente a un altro amico in simili condizioni che, un paio di giorni prima, ho dovuto portare fino al coma etilico per instillargli un’amnesia temporanea che placasse i suoi dolori d’amore. Il corvo risponde “ok Aristide dimmi pure…” e lui infatti “temo che la mia ragazza mi tradisca” e io “ah si? E cosa te lo fa pensare?” a questo punto Aristide parte con un racconto ai limiti dello stalkeraggio compulsivo in cui lui fa appostamenti e incredibilmente non riesce a raccogliere alcuna prova di adulterio, così capisco l’antifona e gli faccio “Aristide… amico mio… sei un coglione…” e lui “ma come!? Cosa dici!?” e io “gli indizi che hai raccolto possono essere veri o potresti aver frainteso, lei può averti fatto o non averti fatto un cornino, ma ti ripeto, amico mio, la domanda è una sola… tu ti fidi di lei?” Aristide rimane in silenzio per qualche istante, se fosse un computer sullo schermo ci sarebbe scritto a caratteri cubitali bianco in sfondo nero “loading”… Alla fine con un filo di voce “No…” e io “allora di cosa stiamo parlando? Lasciala e falla finita di mangiarti il fegato no?” Ora, bisogna precisare che io conosco i miei polli, lui è uno che s’innamora facile, lei è stata una che in passato la svendeva al miglior offerente, quindi non ci vuole uno bravo per capire che probabilmente i dubbi di Aristide, erano pure fondati, ma quello che mi preme far capire a te lettore, e mi preme far ricordare a me, è che se di base non c’è fiducia la storia non ha senso. A meno che non si tratti di una storia basata su altri interessi… e a questo punto forse non si potrebbe definire neanche storia…

PS: Aristide, ovviamente, non ha seguito il mio consiglio, le ha parlato e lei, come sempre, se l’è rigirato come un calzino, e per adesso vive felice e beato… fino al prossimo dubbio, e gli toccherà risolvere il vecchio e il nuovo che, ovviamente si saranno accavallati… auguri Aristide…

Annunci

Informazioni su corvobianco213

CRA CRA CRA CRA CRA? CRA CRA CRA! CRA!?

Pubblicato il ottobre 10, 2016, in amore, musica, pensieri, riflessioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 13 commenti.

  1. Fiducia alla base di tutto…sempre!niente di più vero!

  2. Io, fossi in te, aprirei una rubrica di problemi di cuore.
    Perchè non è vero che il corvo sta sulla spalla, spesso è il corvo che offre la sua! :))

  3. Il corvo risponde 😀 comunque approvo e sottoscrivo e aggiungo che alcune coppie son così male assortite che insistere è solo una forma di masochismo

  4. Gia ti ho detto…voleva essere il titolo per la tua rubrica di posta del cuore

  5. Esatto!
    L’amore è una cosa semplice!
    Quando c’è amore non lo pensi ma lo vivi invece quando lo pensi è attaccamento.
    Desiderio morboso di colmare un vuoto dentro di se.
    Proprio ieri scrivevo di questo e le tue parole oggi non fanno altro che darmi conferma.
    Grazie!

    PS
    Colgo l’occasione anche per ringraziarti per essere passato sul mio blog.
    Sono un principiante e sono ancora in fase di “work in progress”.
    Spero di trovare un mio stile.

    Buona giornata!

    • Sembri avere le idee chiare sull’argomento, beato te…
      Io per adesso mi limito a riconoscere cosa non è amore.
      Auguri per il blog, da quello che ho potuto leggere scrivi molto bene!
      Buona giornata anche a te! 🙂

      • Grazie!!! un po’ di incoraggiamento non guasta mai 🙂
        Comunque si! ho le idee chiare… ora!
        Mi sto concentrando su cosa voglio e non sul contrario, lo trovo più proficuo.
        Ciaooo

  6. Credo che in amore si possano scrivere trattati. Tu a parer mio hai dato il consiglio giusto. La realtà è che condividere un sentimento non è mai facile. L’amore implica conoscenza, stima e complicità e non sempre si riesce a stimolare questo sentimento. Mi auguro che Aristide non debba rivolgersi presto a te ancora una volta.
    Bellissimo il video e la musica che hai postato. Mi ha trasmesso una grande carica e serenità. Un sorriso, Lila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: