Fenati, un gesto folle…

Nelle corse, che siano di auto, di moto, o di qualunque altro mezzo siamo abituati a vedere duelli serrati al limite del lecito, spesso i piloti compiono manovre azzardate che in alcuni casi mettono a rischio se stessi e chi condivide la pista con loro. A noi spettatori quelle manovre possono generare indignazione come esaltazione, come tante altre cose in questo mondo dipende da quale punto di vista le si osservano. Quello che però è successo Domenica al “Misano World Circuit Marco Simoncelli”, non solo non si era mai visto nelle corse motociclistiche, ma, a mio avviso, non è classificabile, e specificatamente al mondo delle moto è il gesto più brutto e pericoloso che un pilota possa pensare di fare. Sto parlando del gesto che Romano Fenati si è permesso di fare ai danni di Stefano Manzi. In pratica, durante la gara di Moto 2 i sopracitati piloti, come direbbe qualcuno degli addetti ai lavori, si sono presi a sportellate. Succede, è nel DNA delle corse, e in quello dei piloti. Quindi, dopo diversi sorpassi e controsorpassi aggressivi Fenati ha deciso deliberatamente di affiancare Manzi, togliere la mano sinistra dal proprio manubrio, portarla su quello dell’avversario e pinzare il freno anteriore. Fortunatamente la moto di Manzi ha solamente sbandato e poi ha continuato dritta per la sua strada, ma alla velocità di più di duecento chilometri orari una pinzata al freno anteriore può portare tranquillamente al ribaltamento della moto e del pilota, con conseguenze potenzialmente letali. Il gesto di Fenati ha portato come conseguenza nell’immediato la bandiera nera che l’ha costretto a fermarsi all’istante. Nei giorni seguenti la Dorna (la società che gestisce il mondiale Motogp) ha deciso di squalificare per due gran premi Romano Fenati a causa del gesto folle che ha commesso in gara, e di penalizzare Stefano Manzi con meno sei posizioni in griglia nel prossimo gran premio per guida irresponsabile. C’è chi dice che la squalifica per due gran premi non è sufficiente, molti credono sarebbe stata più consona la squalifica per l’intero campionato, e comunque è evidente che la Dorna più di tanto non può fare, perché avrebbe dovuto essere più rigida anche in passato con un certo Marquez, e non avendolo punito adeguatamente non può farlo oggi con chiunque altro. Per quanto mi riguarda mi associo alle parole del pilota Motogp Cal Crutchlow il quale non va tanto per il sottile e afferma “Credo che Fenati non debba più salire su una moto”. Il gesto di Fenati è stato volontario e potenzialmente letale, è come puntare una pistola contro qualcuno, fare fuoco, e casualmente non centrarlo, perciò per me non ci sono dubbi, Fenati andrebbe squalificato a vita. Nonostante la Dorna abbia fatto poco, fortunatamente ci hanno pensato l’attuale team (Marinelli Snipers Team) che lo ha licenziato in tronco, e il futuro team (Forward Racing Team) che per il 2019 non ne vuole più sapere niente di lui. Da questa triste vicenda spero solo che i giovani e giovanissimi piloti imparino che va bene correre, va bene anche il sano agonismo e la voglia di vincere, ma c’è un limite. In moto si rischia la vita ogni volta che ci si sale sopra, cerchiamo almeno di non aumentare la probabilità dando sfogo alla parte peggiore di noi stessi.

6 pensieri su “Fenati, un gesto folle…

    1. Per guida irresponsabile, prima del gesto folle ha fatto un paio di sorpassi aggressivi che poi sono il motivo per cui Fenati ha perso la testa…
      E’ capitato mille volte di vedere sorpassi al limite del lecito e mille volte sono stati penalizzati i piloti che li hanno commessi, non capisco proprio perchè Fenati abbia deciso di farsi giustizia da solo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...