Nick

Avevo iniziato a scrivere questo post come fosse una specie di biografia, dov’è nato, dove ha viaggiato, cos’ha fatto in vita, i successi, le sfighe, le collaborazioni, e infine il suicidio, che poi nessuno ha mai accertato lo fosse stato davvero. Poi ho capito che a uno come lui una semplice biografia non sarebbe stata addosso in maniera consona, non sarebbe stata il vestito giusto. Con lui intendo uno dei migliori cantautori che il Regno Unito abbia partorito, Nick Drake. Allora ho preferito lasciare a due testi l’onore di definire Nick, uno ci dice chi era, l’altro ci dice cosa faceva. Il primo è una poesia scritta dalla madre di Nick, Molly. Non so neanche se la poesia fosse stata scritta per lui, ma col senno di poi direi che gli calza a pennello, il titolo è “The Shell” ovvero “Il Guscio”.

Vivere ci cresce attorno,
come una pelle
per celarci l’esteriore desolazione,
poiché se sapessimo segnare
con chiarezza il punto più profondo,
saremmo morti molto prima
di giungere alla tomba.
Ma rigirandoci nel nostro guscio familiare,
di angosce, infelicità, e gioie striminzite,
cresciamo e prosperiamo,
vedendo raramente il buio fuori,
che certo porterebbe confusione ai nostri occhi.
Alcuni rompono il guscio.
Ci sono quelli che spingono le dita
attraverso quei friabili muri,
creando un foro.
E attraverso questo perfido squarcio,
fissano le ceneri del mondo
con occhi nudi.
Guardando sia fuori che dentro,
conoscendo sé stessi,
e smisurate cose oltre a sé.

Il secondo scritto è un estratto del libro “Non buttiamoci giù” di Nick Hornby, e non so neanche se queste parole siano state scritte per lui ma ancora una volta sono perfette, descrivono perfettamente cosa faceva e cosa provi quando lo ascolti.

Se non l’avete sentito…è come se lui avesse condensato tutta la malinconia del mondo, tutte le batoste e i sogni inculati che hai lasciato svanire, come se avesse versato l’essenza in un bottiglino e l’avesse tappato.

E quando lui attacca a suonare e a cantare toglie il tappo, e sentite l’odore.

Rimanete inchiodati lì, alla sedia, come se fosse un muro di rumore e invece no- è fermo e silenzioso e non volete più respirare per paura di spaventarlo e farlo scappar via.

Se qualcuno volesse approfondire basta aprire Youtube e cercare le sue canzoni che forse sono il mezzo migliore per conoscerlo davvero. La canzone che segue è una registrazione di scarsa qualità fatta in casa di una delle sue più belle canzoni “Place to be”, se si riesce a non tenere conto della cattiva qualità della registrazione si può secondo me sentire l’arte di Nick, la perfezione della chitarra, la voce particolare, l’assenza di sbavature e l’armonia che questo genio riusciva a creare semplicemente prendendo una chitarra in mano.

Annunci

4 pensieri su “Nick

  1. La musica folk non è tanto il mio genere ma, devo riconoscere la grandezza dell’artista e, senza dubbio, rappresenta l’immagine schiva di un periodo turbolento di cambiamenti. Anche lui, come altri incredibili geni dello scenario musicale, ha trovato pace nella morte, forse a causa di una non piena consapevolezza di adattarsi ad un mondo reale così diverso da quello intimo e fragile di questi incredibili persone. (Ricordo sempre con grande tristezza l’immensa Amy Winehouse dotata di una sensibilità musicale fuori dal normale, ma corrosa internamente da un enorme disagio a vivere nello stretto percorso della vita reale).

    Questi ‘eroi’ bisogna conservarli gelosamente nella nostra anima e farne un faro nell’oscurità di un ritornato medioevo.

    1. A volte mi chiedo se il mondo reale non sia quello che vedeva lui, e se non siamo noi quelli ciechi…
      L’ultima frase che hai scritto è tanto bella quanto scioccante, e purtroppo credo anche sia vera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...