Io al tempo del Covid-19

Sono qui. Come tutti noi. Chiuso in poche stanze e la mia paura non è quella di contrarre il virus, del resto sono relativamente abbastanza giovane per non temere il peggio, la mia paura è di essere un asintomatico, magari ce l’ho e non so di averlo. Quindi temo di poterlo passare agli altri, quindi, quando esco per andare a fare la spesa uso mascherina e guanti. Sono diligente, ogni settimana pianifico meticolosamente cosa mangerò, quali prodotti userò, e in base ai miei calcoli riesco a fare la spesa una volta ogni sette/dieci giorni, gli unici in cui, compilato un apposito modulo, riesco a gozzare l’aria fuori da qui. Quando esco la mia cittadina è quasi vuota, poche le macchine che passano per le strade, così come poche, se non addirittura nulle, sono le persone che incrocio nel mio cammino. Quando passo dal tabacchino, che uso solo ed esclusivamente come copisteria per stampare il modulo che mi permette di approvvigionarmi di viveri, le persone possono entrare solo una alla volta, e anche il commesso, come me, sembra un palombaro. Lo so che dobbiamo avere pazienza, che dobbiamo comportarci così perchè ne va del bene del paese, e non fraintendetemi, io non mi sto lamentando, sono contento di dare, nel mio piccolo, un contributo alla causa. Solo che stasera, uscendo sulla terrazza, ho sentito un silenzio irreale. Io abito in centro e non ho sentito nessuna macchina, nessun rumore, la mia casa dista meno di un chilometro da un’autostrada e anche da lì, niente di niente, solo l’abbaiare di un cane lontanissimo… e scusate ma un pochino… sinceramente… mi sono sentito solo…

7 pensieri su “Io al tempo del Covid-19

  1. Le sensazioni di questo momento sono le più svariate. A me capita di sentirmi oppresso e senza via d’uscita. Se prima vedevo poche persone, in quanto lavoro da casa avendo perso il posto nella famosa multinazionale dei miei post precedenti, ed ero già in qualche modo una specie di recluso, oggi, il fatto di non aver scelta, mi fa sentire come se fossi agli arresti domiciliari.
    Ma è così e tutto sommato me ne faccio una ragione. Non ci sono altre possibilità e, in qualche modo bisogna aspettare tempi migliori… Che saranno molto più in la di qualsiasi previsione.
    La massa delle persone è sui blocchi di partenza… del 3 aprile ! Questo mi terrorizza ! Non ne usciremo mai !

  2. Penso che sia anche bene riconoscersi le difficoltà. Siamo (credo e spero tutti) tra i fortunati, è necessario e si spera utile, cerchiamo di essere positivi e di vivere la situazione nel modo più sereno, di reinventarci e tutto. Ma secondo me è giusto accogliere anche i momenti di tristezza, senso di solitudine e di oppressione, accettarli, perché (e lo dico da persona abituata a lavorare da casa, a vedere poche persone, mi considero persino un po’ “asociale”), comunque non sono “sbagliati”, ci sono e hanno tutto il diritto di esserci. Fermo restando che per il nosto stesso bene è importante “ricreare le nostre giornate” e dare una forma e una sostanza diversa al tempo. Sarà sempre la musica (e tutte le cose universalmente “belle” come gli amori, i pensieri e le arti) a salvarci. Anche, dopotutto, per dare espresione ai nostri momenti bui, permettendoci sì di superarli e andare oltre.

  3. Come ho già scritto io adoro questo nuovo silenzio, permette di sentire molti piccoli rumori che di solito non esistono. Anche piccoli rumori delle altre vite, tante, che abbiamo intorno.
    Spero che tu abbia trovato il modo di attenuare un pochino quel senso di solitudine. In fondo un pochino di compagnia c’è, anche se virtuale.

  4. Al contrario di te, io non esco di casa dal 6 Marzo. Il silenzio lo bramo, perché nel mio condominio sembra di stare al Papeete un giorno si e uno no. Sentirsi soli in una grande città fa più male che dalle mie parti, dove quel silenzio è quotidiano e questa è l’occasione per dare di matto.

    Un po’ ti invidio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...