Mese: dicembre 2020

Natale di ieri Vs Natale in lockdown

Ore sei e quindici e mi sono inspiegabilmente svegliato, proprio come quando ero un frugoletto tutto pelle e ossa e la mattina di Natale mi svegliavo trepidante a orari improbabili sperando che Babbo Natale mi avesse portato i regali tanto attesi. Me ne stavo a letto con gli occhi spalancati e le orecchie bene aperte pronto a captare un qualsiasi segnale che facesse intendere che la mia famiglia fosse sveglia, inutile dire che gli unici rumori che sentivo erano quelli dei miei genitori che ronfavano beatamente. Poi, a un certo punto un rumore di porta che si apre e piedi nudi che sgattaiolavano verso la mia stanza, la porta si apriva piano e mia sorella col sorriso a diecimila denti che mi sussurrava “andiamo a vedere se è passato”, così dalle scale sbirciavamo l’albero al piano di sotto ed era sempre stracarico di pacchetti, nastri e coccarde. Quella visione non ci faceva resistere dal piombare in camera dei miei a svegliarli per convincerli ad andare a scartare i regali, dopo cinque o sei inutili tentativi di rimetterci a letto i miei genitori, con le occhiaie che strascicavano per terra, desistevano e all’alba delle sei (ma a volte anche prima) iniziava il rituale. Colazione con latte, cioccolato e fetta di pandoro, scartamento dei regali rigorosamente un pacchetto alla volta e presi a caso da sotto l’albero. Poi mia mamma cucinava per il pranzo, mio padre accendeva il camino e metteva un po’ di musica e io e mia sorella passavamo la mattina di Natale a giocare con i doni che ci aveva portato Babbo Natale. Oggi sveglia all’alba senza motivo, stanchezza generalizzata, gioia pari a quella di un comodino e Natale in lockdown… e ho detto tutto…

Buoni propositi per l’anno a venire

Quest’anno ho dovuto prepararmi per le feste natalizie con largo anticipo, quindi da pochi giorni ho terminato di comprare i regali a genitori, nipoti e parenti vari. Sono stato incredibilmente celere e ho sfruttato diverse offerte che il Black Friday ha partorito, anche se, a dirla tutta, è bene stare attenti alle suddette offerte perchè non sempre lo sono, spesso vengono mascherate da tali ma dietro c’è un aumento di prezzo, per questo ricordatevi sempre di controllare i prezzi su tutti i siti e farvi un idea prima di acquistare, e se siete utenti Amazon esiste un estensione per Browser che è una figata pazzesca, “Keepa” permette di tracciare l’andamento del prezzo nel tempo di un determinato oggetto. Adesso quindi, posso concentrarmi sul lavoro, eh si perchè lavorando per un’azienda che opera nel settore alimentare più ci avviciniamo alle feste e più il mio lavoro aumenta, prevedo picco di esaurimento nervoso verso il ventidue/ventitre dicembre. Comunque, visto che probabilmente non avrò molto tempo per scrivere sul blog mi avvantaggio anche qua e faccio una bella lista di cinque buoni propositi per l’anno a venire:

1- Dieta: Prometto solennemente che sarò più ligio alla dieta (dite che è poco credibile affermare ciò mentre mi sto pappando dei buonissimi marron glacé?)

2- Comportamento: Sarò più buono e gentile in ogni situazione (devo ricordarmelo soprattutto al volante, perchè quando sono in macchina mi trasformo in una specie di mix tra Hulk e Hannibal Lecter…)

3- Amore: Devo smettere assolutamente di cambiare una donna al mese (gran bel proposito… se solo fosse vero…)

4- Sport: Finite le feste ricomincio a correre (questa la dico tutti gli anni, è proprio un ever green, inutile dire che poi non lo faccio mai…)

5- Web: Prometto di non ingiuriare gli altri nei commenti (e questa è la più difficile da portare a termine, a volte sparano delle cazzate così grandi che io mapor*+ç@/’§°&%![=#$£+!#…)