Archivi Blog

#2 TRE DI TRE

Cari amiCHI e care amiche continua con grande successo la rubrica TRE DI TRE in collaborazione con Viaggio al Termine della Notte, la rubrica per questa uscita prevede un tema particolare, “le tre volte in cui non ho creduto ai miei occhi”, e quindi senza indugiare oltre direi di Scominciare!

1- Dato che la rubrica non specifica limiti temporali direi che una volta in cui non ho creduto ai miei occhi si è verificata esattamente ieri. Me ne stavo davanti al mio PC tranquillo e beato e a un certo punto SBAM! Titolone “Berlusconi è decaduto” O.o A parte il fatto che io c’avevo letto deceduto, e poi ho dovuto ricredermi rileggendo… ma vabbè, ho pensato no, è sicuramente una bufala, non ci credo, quello altro che sette vite come i gatti, impossibile. Invece pare sia veritiera la notizia, niente più Senatore, addio immunità parlamentare, forse ma forse ma forse farà anche qualche lavoretto ai servizi sociali, che dire, speriamo sia il primo di una lunga serie…

2- Un’altra volta è stato sicuramente quando in un locale vidi un angelo, una creatura celestiale, una delle ragazze più belle che avessi mai visto, avete presente quando incontrate quelle persone tanto belle che solo la presenza mette a disagio? Quelle che se ti guardano ti esce solo il sorrisino da idiota e non spiccichi una parola? Bhè lei era così, semplice, sorridente, bella e simpatica. Però in passato si chiamava Carlo O.o …

3- Avviso splatter! Il seguente racconto contiene robe schifose tipo gente che si fa male pesantemente, quindi se siete impressionabili, deboli di cuore o semplicemente svenite al pensiero del sangue fate una cosa, non leggete. Per tutti gli altri dirò che una volta in cui non ho creduto ai miei occhi è successa qualche anno fa, ora che ci penso parecchi anni fa, comunque ciancio alle bande, mi trovavo vicino a quelle reti per farci saltare allegramente i pargoli, a un certo punto sento un bambino che urla come un riposseduto, mi giro e c’era l’infante con un osso della gamba fuori dalla carne O.o, spettacolo orripilante, ma sicuramente di quelli in cui non credi ai tuoi occhi.

Anche questo Giovedì se n’è andato, ma torneremo il prossimo con tante esilaranti storie prese dalla vita di due persone normali, quindi niente eroismi, semplici frammenti di vita vera.

Annunci

#1 TRE DI TRE

Eccoci nella nuovissima rubrica TRE DI TRE in collaborazione con Viaggio al Termine della Notte. Primo esperimento di collaborazione per il Corvo, che non si è mai cimentato prima in niente di simile. Dato che la magnifica idea è stata partorita da crisalide77 dovrei lasciare l’onore di spiegare tale rubrica alla legittima proprietaria, ma vedendo tardare l’uscita vedrò cosa posso fare io… Volendo trovare una definizione esatta direi che come argomenti di base ci sono i vari c…i, mazzi e pezzi di ricambio… mmm… no cioè è una rubrica per conoscerci meglio, cioè per farci conoscere meglio, insomma vi racconteremo tre cose di noi, cioè io di me e lei di lei. Dopo questa magnifica, dettagliata, esauriente spiegazione direi di poter cominciare subito:

1- Da piccolo mia madre mi ha scordato in piscina. Madre snaturata! Un pargoletto di 5 anni davanti alla piscina solo soletto, al freddo e al gelo. Dopo una mezzoretta, nella quale imparai a far roteare i pollici così velocemente da provocare piccoli twister, m’incamminai per raggiungere la mia dimora. E fu allora che alla genitrice esplose un embolo e si ricordò del poveretto, così lo raggiunse a metà strada, e dopo averlo fatto salire a bordo dell’autovettura, lo rimproverò per non averla aspettata davanti alla piscina e per aver attraversato la strada da solo. Non glie l’ho mai perdonata… Che liberazione…

2- Da pochi anni mi sto interessando di politica, non sono uno che la fa attivamente, diciamo che mi piace tenermi informato quindi cerco di seguire in modo abbastanza frequente diversi siti e blog di politica cercando volutamente di mettere in dubbio tutto ciò che viene affermato, costantemente cerco più di una campana per ogni argomento trattato, in definitiva direi un’ampia analisi dell’attuale politica e uno sguardo speranzoso al futuro. In questo relativamente lungo periodo sono giunto alla seguente conclusione: 42.

3- Ho una naturale intuitività a senso unico. Riesco a capire quando le cose stanno per mettersi male, è strano perchè non riesco minimamente a capire quando invece stanno per mettersi bene! Spesso mi è capitato di vedere scherzare amici e prevedere la rottura di un bicchiere o che so, di un lampadario. Quando sta per succedere qualcosa di brutto ho un range di tempo di circa un paio di minuti per sedermi nel mio posto in prima fila e godermi lo spettacolo, raramente sbaglio.

Per questo giovedì è tutto, alla prossima!