Archivi Blog

Di lettura, e persone come me…

Mi piace molto leggere, capiamoci subito però, non sono uno di quelli che macinano libri su libri senza mai stancarsi, mi reputo più semplicemente un lettore di qualsiasi cosa, nel senso che non disdegno notizie su internet come quelle sui giornali, mi sono ritrovato spesso a leggere anche i pieghevoli di pubblicità oppure gli ingredienti dei pacchetti di chewing gum, insomma se c’è scritto qualcosa io lo leggo. Per quanto riguarda i libri prediligo le storie vere, o i libri che parlano di attualità, i romanzi devono essere proprio belli per coinvolgermi altrimenti dopo le prime dieci pagine rischio di ronfare come un bambino, forse perché parto dal presupposto che è roba inventata e l’interesse scema, bho, non so. Comunque, ultimamente, mi sono buttato su libri di attualità che descrivono le storie di alcuni nostri concittadini che hanno subito ingiustizie da parte dello Stato, gente che è rimasta in una specie di stallo tra soldi da riscuotere e debiti da pagare, oppure gente che ha perso familiari e lo Stato sembra far di tutto per non aiutarli o per insabbiare le loro storie. Prima ogni volta che pensavo a queste cose credevo fosse abbastanza normale che ogni tanto ci fosse un ingiustizia, del resto è impossibile pensare che in un qualsiasi sistema non ci siano mai falle o errori, però adesso mi sono informato, ho iniziato a cercarle le notizie, e mi sono reso conto che probabilmente non sono solo errori casuali, purtroppo sta diventando un modus operandi da parte delle istituzioni ai danni della gente. Questo ovviamente mi spaventa, non riesco più a pensare “tanto queste cose a me non capiteranno mai”, una volta ci riuscivo ma adesso non ci riesco più, sono cresciuto? Probabilmente sono solo invecchiato… Le storie sono davvero tante, e comune denominatore di ogni storia, la normalità, queste sfighe atroci capitano solo alle persone normali, non esiste in tutte le storie che ho trovato un Vip, o anche solo una persona ricca, neanche per sbaglio! Che dire, o sono miracolati o sono veramente fortunati oppure… E mentre penso a tutte queste ingiustizie nei confronti della gente normale mi vengono in mente parole come, tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, e penso al valore di quel pezzo di carta, e a quello che è stato fatto per scriverlo, e si, mi vergogno…